4 ottobre 2017
La NBA e la NBPA (National Basketball Players Association) hanno annunciato una nuova formula per l'All Star Game che sarà adottata già a partire dall'edizione 2018 in programma il 18 febbraio allo Staples Center di Los Angeles.

La riforma prevede l'abolizione del classico Est contro Ovest e l'introduzione di un draft. I due giocatori con il maggior numero di voti, uno per Conference, saranno eletti capitani e potranno scegliere liberamente 12 giocatori dal pool di titolari e riserve.

La selezione dei 24 All Stars rimarrà però uguale: 12 giocatori della Western Conference, 12 giocatori della Eastern Conference. I titolari saranno selezionati sulla base del voto dei tifosi (50%), dei giocatori (25%) e dei giornalisti (25%). Le 14 riserve saranno selezionate in base al voto degli allenatori.

"Sono entusiasta per quanto hanno fatto giocatori e lega per migliorare l'All Star Game - ha commentato Chris Paul, presidente della NBPA - E' stata una nostra priorità e adesso non vediamo l'ora di mettere in piedi un grande spettacolo a Los Angeles".

"Siamo molto contenti per questo nuovo formato - gli fa eco Byron Spruell, NBA President League Operations - Abbiamo apprezzato la volontà che i giocatori hanno dimostrato volendo provare una nuova formula".