29 settembre 2017
Il passaggio di Carmelo Anthony agli Oklahoma City Thunder è stato l'ultimo colpo di un'offseason pirotecnica.

Quello che però non sapevamo, o per lo meno non in maniera ufficiale, è quanto l'ex giocatore dei Knicks sia stata vicino agli Houston Rockets e ai Cleveland Cavaliers.

"Avevamo raggiunto un accordo con Houston all'inizio dell'estate - ha dichiarato Melo in un'intervista per SiriusXM Radio - Non so cosa sia successo ma non è mai andato in porto. E' fallito, dopo di che abbiamo iniziato a guardarci attorno e a valutare altre opzioni".

Tra queste opzioni c'erano i Cleveland Cavaliers dove Anthony, oltre al suo amico LeBron James, avrebbe raggiunto Paul George.

"Io e PG saremmo dovuti volare a Cleveland la notte del draft - ha confermato il tre volte campione olimpico - Parlavamo spesso di questo. L'affare era praticamente fatto e invece saltò la notte del draft. Io e PG siamo rimasti comunque in contatto per tutta l'estate ma non abbiamo mai parlato di OKC".