11 gennaio 2017
DeMar DeRozan con 41 punti è il protagonista assoluto della vittoria 106-114 dei Toronto Raptors sui Boston Celtics.

La squadra di Casey flirta pericolosamente con la terza sconfitta consecutiva dato che Boston, reduce da quattro vittorie in fila, resta in controllo per larghi tratti della partita arrivando a toccare i quindici punti di vantaggio.

La rimonta dei Raptors, in versione Huskies, comincia sul finale del terzo quarto grazie a DeRozan, che ne mette 19, e si conclude negli ultimi cinque minuti con il parziale da 19-4 che manda in visibilio l'Air Canada Centre e permette ai canadesi di aggiudicarsi il secondo confronto diretto stagionale con Boston.

NELL'OMBRA - Se DeRozan è l'eroe di serata, Kyle Lowry e Jonas Valanciunas sono i miglior attori non protagonisti.

Il play dei Raptors termina la sua partita con 24 punti e 9 assist, due dei quali sfruttati in alley-oop da Lucas Nogueira.

Il centro lituano, invece, è la ragione principale del successo sotto i tabelloni di Toronto dato che, oltre a 18 punti, mette a referto il suo career high con 23 rimbalzi.

"Doveva avere qualche cosa di speciale alle mani perchè ha preso tutti i palloni che rimbalzavano dal ferro - ha detto di lui DeRozan nel dopo partita - Ci ha dato l'opportunità di avere molti più possessi e quindi di poter rientrare in partita".

PICCOLI CON I GRANDI - Sono tante, invece, le recriminazioni in casa Celtics dato che gli uomini di Stevens confermano una preoccupante statistica avendo perso l'ottava partita consecutiva contro una squadra dal record migliore.

"Abbiamo commesso troppi falli e concesso troppi rimbalzi offensivi - ha commentato Isaiah Thomas, autore di 27 punti e 7 rimbalzi - Loro ne hanno approfittato. Credo che sia stata questa la nostra maggiore colpa. Se fossimo riusciti a fermarli un po' di più, tutto sarebbe andato per il meglio".