Social  
   
  Registrati
Accedi al nuovo sito per i tuoi acquisti

TRADE: RONDO AI MAVS

TRADE: RONDO AI MAVS

Colpo eccezionale da parte di Dallas che riesce a mettere le mani su uno dei pochissimi top player disponibili. Nello scambio (con Rondo anche Dwight Powell passa a Dallas) ai Celtics in piena ricostruzione finiscono Jameer Nelson, Brandon Wright e Jae Crowder, oltre ad una prima e ad una seconda scelta. Nella già ultra competiviva Western Conference nei playoff bisognerà fare i conti anche con i Mavs

SFIDA INFINITA

SFIDA INFINITA

Certo che essere tifosi di una delle contender della Western Conference è proprio una goduria di questi tempi: qualità e spettacolo a profusione tra Memphis e San Antonio, possibile prossima finale ad Ovest, con entrambe che non ne vogliono sapere di perdere e contorno immancabile di tiri da 3 pazzeschi. Vincono i Grizzlies al 3° OT, realmente in quei classici momenti da bravi e fortunati: Gasol 26+9r, Randolph 21+21r. TD 23+16r

IL RITORNO DEI THUNDER

IL RITORNO DEI THUNDER

Dopo aver recuperato a pieno regime le sue 2 superstar, OKC è tornata a volare e contro Sacramento ha ottenuto la settima vittoria di fila. La rincorsa, non facile, ai piani alti della Western Conference continua per una formazione a cui non mancano certo le motivazioni. Dominanti Westbrook 32+7a+6r e KD 26 nel successo sui Kings, alla prima con Corbin head coach, ma ancora privi della stella Cousins: Gay 22+6r

AT THE BUZZER

AT THE BUZZER

L’importante successo contro i Clippers deve aver infuso nuove certezze negli uomini di Jason Kidd, perché i Bucks vanno a vincere anche a Phoenix, prima rimontando da -10 nel 4° periodo e poi rispondendo colpo su colpo in un finale emozionantissimo. Decisiva la tripla (anche fortunosa) dell’emergente Middleton 14 allo scadere. Knight 20+7r, infortunato Parker. Non gioca male Phoenix, ma sono 6 i k.o. di fila: Morris 25+7r

BRAVO KOBE

BRAVO KOBE

Dopo i 5 titoli vinti con la maglia dei Lakers, Bryant raggiunge un altro importante traguardo nella sua illustrissima carriera: con i 26 punti realizzati nel successo contro i Wolves diventa ufficialmente il terzo miglior realizzatore assoluto, sorpassando (almeno in questa statistica) sua maestà Michael Jordan, e dietro solamente a Kareem-Abdul Jabbar e Karl Malone. Complimenti

ESONERATO MALONE

ESONERATO MALONE

Arriva, a sorpresa, il primo cambio di allenatore in questa stagione. L’inizio era stato eccellente per Sacramento (5-1), ma dopo aver perso 8 delle ultime 10 (va detto che in 9 di queste è pesata enormemente l’assenza della stella Cousins), il management della franchigia californiana ha deciso per l’allontanamento di Mike Malone. Al suo posto, ad interim, è stato scelto Ty Corbin, ex head coach degli Utah Jazz

FINALE THRILLING

FINALE THRILLING

In un’altra stagione tutta da dimenticare è la tripla nei secondi finali del supplementare da parte di Young 29 che consegna ai Lakers un successo di prestigio in casa degli Spurs campioni in carica. L.A., avanti di 9 a meno di 2’ dalla fine, subisce la rimonta di San Antonio, ma rimedia poi nell’extratime. Bryant 22+9a. Prestazione sotto il par per gli Spurs, nonostante i 19+18r di Duncan e i 56 dei suoi panchinari: Ginobili 18

INARRESTABILI

INARRESTABILI

Le cose non potrebbero andare meglio per Golden State, che oltre ad avere il miglior record assoluto (19-2) continua il suo percorso netto: con il successo contro Houston siamo arrivati a 14 di fila. Thompson top scorer (21) in un attacco davvero ben bilanciato: Curry 20+7a+7r, Barnes 20+7r, Speights 15. A nulla è servito per i Rockets, ancora privi di Howard, l’exploit di un Harden 34+8r al suo meglio: Ariza 18+6r, Motiejunas 18+6r

WHAT A GAME

WHAT A GAME

Ogni volta che Clippers e Suns si affrontano l’ultima cosa che potrebbe venire a mancare è lo spettacolo, ma questa volta le 2 squadre si sono superate. Alla fine a decidere un match che non meritava sconfitti è stato un fortunoso tiro da tre di un Griffin formato MVP (45+8r) che ha portato il pubblico dello Staples a livelli di eccitazione siderali. CP3 20+10a+7r. Tripla doppia per l’ex alleato Bledsoe 27+16r+11r: che errore la sua cessione

CELTIC PRICE

CELTIC PRICE

3° successo di fila per Boston nel bel mezzo del suo difficile progetto di ricostruzione dopo l’epoca dei Big Three e di coach Rivers. Contro Washington brilla Rondo, che dopo aver finalmente messo alle spalle i problemi fisici che lo hanno condizionato a ripetizione realizza una tripla doppia: 13+13r+11a. Celtics bravi a resistere alla furiosa rimonta degli Wizards dopo essere stati anche a +25 nel 3° quarto: Green 25. Wall 17+14a+8r

SFIDA D’ALTA QUOTA

SFIDA D’ALTA QUOTA

Quando il gioco si duro… gli Spurs cominciano a fare sul serio. San Antonio sbanca Memphis interrompendo a 22 la striscia vincente in casa dei Grizzlies e allungando a 9 la serie di successi consecutivi sempre contro i Grizzlies. Complimenti strameritati per Duncan che nonostante l’età gioca ancora alla grande realizzando la sua quarta tripla doppia in carriera: 14+10r+10a. Ginobili 17+7a+6r. Gasol 28+12r, Conley 23+10a

RIMONTA CAVS

RIMONTA CAVS

Più difficile del previsto ottenere il 5° successo di fila, ma alla fine grazie anche al miglior Irving della stagione (37) è Cleveland ad uscire vincente dalla sfida del Madison Square Garden. 4° periodo decisivo con i Cavs che effettuano il sorpasso definitivo a meno di 4’ dalla fine: James 19+12a. Sono 6 i k.o. consecutivi per i Knicks, sempre più nei bassifondi della Eastern Conference (4-16): uno sprofondo che fa davvero male

YES, THEY CAN

YES, THEY CAN

Ad un certo punto il leitmotiv tra gli addetti ai lavori era incentrato sul fatto che Phila potesse realmente riuscire a vincere una gara. Dopo aver perso le prime 17 i 76ers riescono finalmente ad eliminare quell’ignominioso zero nella colonna delle vittorie battendo in trasferta i Wolves. Partita brutta brutta, ma per Phila l’importante era evitare il record tutti i tempi per il peggior inizio di campionato (0-18): Carter-Williams 20+9r+9a

IL GRANDE RITORNO

IL GRANDE RITORNO

Dopo aver riabbracciato Westbrook OKC torna ad avere a disposizione anche KD, che dopo aver saltato le prime 17 contro gli Hornets fa il suo debutto stagionale con una prestazione all’altezza dei suoi standard: 27 in 30’. La gara se la porta a casa con pieno merito New Orleans, trascinata da un inarrestabile Evans 30+5a e dal solito strepitoso Davis 25+10r+6rec. Per i Thunder la rincorsa ai vertici della Western Conference inizia adesso

FATTORE WALL

FATTORE WALL

Ancora una vittoria per Washington, che trascinata dal suo talentuoso play 18+13a spazza via senza troppi problemi Miami. Già con un vantaggio in doppia cifra (+15) dopo il 1° tempo, gli Wizards in totale controllo si esaltano su entrambi i lati del campo: 54,2% al tiro e 29 assist di squadra. Gortat 15+10r, Butler 23. A parte Bosh 21+8 e Wade 20, prestazione deludente per gli Heat. Com’è lontana l’epoca del Trio delle Meraviglie

Cover: C'era una volta Lakers vs Celtics

                        GENNAIO 2015: C’ERA UNA VOLTA LAKERS VS CELTICS

Cover: C'era una volta Lakers vs Celtics

GENNAIO 2015: C’ERA UNA VOLTA LAKERS VS CELTICS

Alla fine è la passione il motore di tutto. La nostra, la loro, la vostra. Passione (la nostra) è fare otto ore di pullman per non perdersi la sfida tra due squadre che hanno 5 vittorie a testa, una a fronte di 11 sconfitte, l’altra addirittura di 14. Si chiamano Boston Celtics e Los Angeles Lakers, però, e allora cambia tutto. Passione è entrare al TD Garden, emozionarsi anche solo ...
Cover #94: Basketball is Fun!

DICEMBRE 2014: BASKETBALL IS FUN!

Non si va a vedere una partita dei Golden State Warriors. Si va in pellegrinaggio da Steph. Senza voler nulla togliere al suo fratello di “splash”, Klay Thompson. Ai fondamentali torta-di-mele (made in North Carolina) di Harrison Barnes. All’atletismo e al gioco all-around di Andre[...]

REGOLAMENTO CONCORSO “VINCI L’ALL-STAR GAME 2015″

Ai sensi dell'art.13 D.Lgs. 196/2003 i dati personali conferiti saranno trattati allo scopo di consentire all'interessato la partecipazione al concorso; di essi verrà a conoscenza esclusivamente il personale di Libreria dello Sport S.r.l. appositamente incaricato, I dati saranno conservati nei termini previsti dalla legge per la verifica della regolarità delle operazioni concorsuali. Il[...]
Cover 93

NOVEMBRE 2014: SEASON PREVIEW

La stagione dei ritorni. Quello di LeBron James, a casa. Quello di Derrick Rose, sperando sia la volta buona. Quello di Kobe Bryant, all’inseguimento di Michael Jordan (592 punti per superarlo al terzo posto di sempre tra i marcatori NBA) Quello di Danilo Gallinari, a cui Denver chiede di essere leader. Quello – pure – degli Charlotte Hornets (“The[...]
Cover

OTTOBRE 2014: ORO&ANELLI

Questo è il momento più duro. Perché un tifoso NBA è già in astinenza da più di tre mesi e ne manca ancora un altro prima che si alzi una palla a due che conti per davvero. Questo numero che avete tra le mani aiuta (speriamo!) a ingannare l’attesa, così come hanno fatto i Mondiali spagnoli andati in archivio a metà settembre, che hanno visto il trionfo di Team USA e messo in[...]