Social  
   
  Registrati
Accedi al nuovo sito per i tuoi acquisti

NOTTE DA FAVOLA

NOTTE DA FAVOLA

Nulla sembra turbare questi nuovi Cavs, rivoluzionati dagli ultimi arrivi e in striscia vincente da 7 gare: apparentemente nemmeno l’assenza di LeBron (out per un problema al polso). A caricarsi la squadra sulle spalle ci pensa un irreale Irving, che con il suo career high nuovo di zecca (55), compreso il canestro vittoria in un finale palpitante, trascina i suoi al successo di fila n° 8 contro i Blazers. Aldridge 38+11r

CRAWFORD SUPERSTAR

CRAWFORD SUPERSTAR

Chi aveva bollato la sfida contro Denver come una ‘trap game’ per L.A., (Clippers in striscia positiva da 4 gare, Nuggets reduci da 6 k.o. di fila), alla fine ha voluto quasi ragione. Quasi, perché a prolungare l’imbattibilità dei losangelini prima del mega trasfertone ci ha pensato un’ottima difesa di squadra ed un super Crawford nel 4° periodo: 21 dei suoi 23 totali, come la produzione offensiva di Denver. Griffin 14+10a+9r, CP3 15+8a. Lawson 19+11a

FATTORE WHITESIDE

FATTORE WHITESIDE

L’improbabile ascesa del centro di Miami si arricchisce di un’altra perla. Nel successo degli Heat a Chicago Whiteside corona una presenza dominante sotto canestro con una tripla doppia da urlo: 14 punti, 13 rirmbalzi e addirittura 12 stoppate (quest’ultimo record di franchigia per Miami) in appena 25 totali. Bene anche Wade 26 e Bosh 20+7r. Inatteso passo indietro per i Bulls, dopo i successi contro Spurs e Mavs: Rose 19

RISCOSSA BLAZERS

RISCOSSA BLAZERS

Momento realmente complicato per Portland, alle prese con un rendimento in discesa dopo lo strepitoso inizio di campionato e il fastidioso infortunio al pollice per Aldridge. A sorpresa però l’ex Texas ha deciso di non farsi operare e provare a continuare a giocare lo stesso. Con lui in campo è tutta un’altra cosa per i Blazers che tornano al successo battendo Washington con 26+9r della loro stella. Lillard 20+7a. Wall 25+9a, Pierce 19

COMBINAZIONE VINCENTE

COMBINAZIONE VINCENTE

I Thunder passano anche a Washington allungando la striscia vincente a 4 nella loro non certo facile rincorsa ad un posto al sole nella Western Conference. Per riuscire ad aver ragione degli Wizards, in rimonta e dopo un supplementare in match davvero palpitante, OKC ha dovuto far ricorso al miglior KD e al miglior Westbrook: 34+7r per l’MVP della passata stagione e 32+8a+8r per l’ex Ucla. Wall 18+13a+6r, Hilario 24

I NUOVI CAVS

I NUOVI CAVS

Terza vittoria di fila per Cleveland, e prestazione assolutamente convincente contro i Bulls: anche +23 nel 3° quarto. L’effetto James 26+5r e i nuovi arrivi, Smith 20 e Mozgov 15+15r, sembrano aver dato nuova linfa ad un roster decisamente ‘porte girevoli’, ma comunque ricco di talento. Per Chicago, nuovamente priva di Noah, è la fase difensiva a far stizzire coach Thibodeau in questo periodo. Butler 20+7r, Rose 18

FALCHI AL TOP

FALCHI AL TOP

Siamo solamente al giro di boa del campionato, ma in questo momento non c’è in assoluto una squadra più dominante degli Hawks. Con il successo in casa dei Bulls Atlanta allunga a 12 la sua winning streak, e ancor più significato è l’aver vinto 26 delle ultime 28! Contro Chicago brilla uno scatenato Korver 24 (7/9 nelle triple)+6r, oltre al solito Horford 22+9r. Non bastano a Chicago i 23+10a+8r di Rose e i 22+15r di Gasol

MVP PERFORMANCE

MVP PERFORMANCE

Il management dei Thunder con tutta probabilità rimpiangerà a vita la malaugurata cessione di Harden ai Rockets… L’ex alleato fa vedere ancora una volta la sua versione extra-lusso sfiorando la tripla doppia nel successo proprio ai danni di OKC: 31+10a+9r. Houston si porta avanti nel 1° quarto (40-18), controllando poi senza troppi problemi il resto del match. Thunder al 3° k.o. nelle ultime 4: KD 24+10r, Westbrook 16+8r+8a

RITORNO AMARO

RITORNO AMARO

Periodo avaro di soddisfazioni per i Cavs, e perfino il rientro di LeBron 33+7r+5a non ha messo fine alla striscia di sconfitte consecutive arrivate adesso a 6. A Phoenix non è bastata la rimonta con sorpasso da -19 nel 3° quarto e uno scatenato Smith 29 (8/14 da tre). Più squadra i Suns, con Markieff Morris al career high (35) e soliti problemi in difesa per Cleveland (19-20 il record attuale). Dragic 18

NUOVI PISTONS

NUOVI PISTONS

Fa veramente sul serio Detroit, assieme ad Atlanta la squadra più torrida in questo momento nella Eastern Conference. Dopo aver deciso di tagliare Smith non vi è più alcun dubbio che questa sia realmente un’altra squadra. Per gli scettici, 9 vittorie nelle ultime 10 dovrebbero bastare, compreso il successo contro i Raptors a Toronto in un finale palpitante deciso da un super recupero di Jennings 34+10a. Monroe 22+10r

TRADE: GREEN AI GRIZZLIES

TRADE: GREEN AI GRIZZLIES

Dopo aver ceduto Rondo ai Mavs, Boston continua il suo processo di rinnovamento: il lungo Wright (arrivato da Dallas) è stato reindirizzato ai Suns in cambio virtualmente di 2 seconde scelte future. Accordo raggiunto anche per il passaggio di Green, manca l’ufficialità, a Memphis in un pacchetto incentrato su una prima scelta futura. Ora sarà imperativo non sbagliare nei prossimi draft le numerose scelte accumulate dal g.m. Ainge

SEMPRE PEGGIO

SEMPRE PEGGIO

E’ brutto dirlo, ma essere tifosi di N.Y. di questi tempi è davvero una pena. I record negativi si stanno ammonticchiando con una facilità disarmante: 14 sconfitte consecutive (comprese 11 di fila davanti al proprio pubblico), e 24 delle ultime 25! Peggior record in assoluto (5-34) e prestazioni in campo da dimenticare. Anche i Rockets, quintetto titolare in doppia cifra, sbancano senza troppi problemi il Madison: Harden 25+9a

FALCHI SCATENATI

FALCHI SCATENATI

Ormai è una realtà certificata: gli Hawks, prendendo a prestito il mantra tanto caro ad un famoso ex allenatore di calcio, vincono e convincono. Con il successo sui Grizzlies le vittorie di fila sono arrivate a 6, con il dominio sulle squadre della Western Conference che recita un perfetto 9-0 nelle ultime 9. Mattatore Teague 25+6a, bravo a propiziare nel finale del match il break decisivo (10-0). Conley 17+9a+6r, Gasol 16+7r

AT THE BUZZER

AT THE BUZZER

Continuano a stupire questi incredibili Pistons, che non paghi dei 5 successi di fila hanno deciso di non dare per persa la sfida in casa dei campioni in carica. Dopo essere andati anche a -18 nel 1° tempo, Detroit ha dimostrato davvero carattere riuscendo a tornare in partita e poi acciuffando la vittoria nei secondi finali con una prodezza di Jennings 13+7a. Drummond 20+17r, Monroe 17+11r, Augustin 19+5a. Duncan 15+7r

TRADE: WAITERS A OKC

TRADE: WAITERS A OKC

L’effetto James continua a produrre conseguenze importanti sul roster dei Cavs. A lasciare Cleveland per i Thunder è il talentuoso Dion Waiters, con Cleveland che nello scambio che vede coinvolti anche i Knicks riceve Iman Shumpert, J.R. Smith e una prima scelta futura. Per N.Y. si trattava di liberarsi del contratto di Smith, con vista sul prossimo mercato dei free agent. Ai Cavs invece l’imperativo è vincere adesso

Cover 96: Who's Bad

                        FEBBRAIO 2015: WHO’S BAD

Cover 96: Who's Bad

FEBBRAIO 2015: WHO’S BAD

La NBA ci ha abituato a vari gradi eccentricità nel corso degli anni. Quella dei completi da “bulli & pupe” di “Clyde” Frazier nei gloriosi anni ’70 newyorchesi (sfoggiati ancora oggi dietro a un microfono). Quella aliena – ricordatevi che veniva dal pianeta Lovetron – di Darryl Dawkins negli anni ‘80 (“Chocolate Thunder” aveva pure un soprannome per ognuna delle sue ...
Cover: C'era una volta Lakers vs Celtics

GENNAIO 2015: C’ERA UNA VOLTA LAKERS VS CELTICS

Alla fine è la passione il motore di tutto. La nostra, la loro, la vostra. Passione (la nostra) è fare otto ore di pullman per non perdersi la sfida tra due squadre che hanno 5 vittorie a testa, una a fronte di 11 sconfitte, l’altra addirittura di 14. Si chiamano Boston Celtics e Los Angeles Lakers, però, e allora cambia tutto. Passione è entrare al TD Garden, emozionarsi anche[...]
Cover #94: Basketball is Fun!

DICEMBRE 2014: BASKETBALL IS FUN!

Non si va a vedere una partita dei Golden State Warriors. Si va in pellegrinaggio da Steph. Senza voler nulla togliere al suo fratello di “splash”, Klay Thompson. Ai fondamentali torta-di-mele (made in North Carolina) di Harrison Barnes. All’atletismo e al gioco all-around di Andre[...]

REGOLAMENTO CONCORSO “VINCI L’ALL-STAR GAME 2015″

Ai sensi dell'art.13 D.Lgs. 196/2003 i dati personali conferiti saranno trattati allo scopo di consentire all'interessato la partecipazione al concorso; di essi verrà a conoscenza esclusivamente il personale di Libreria dello Sport S.r.l. appositamente incaricato, I dati saranno conservati nei termini previsti dalla legge per la verifica della regolarità delle operazioni concorsuali. Il[...]
Cover 93

NOVEMBRE 2014: SEASON PREVIEW

La stagione dei ritorni. Quello di LeBron James, a casa. Quello di Derrick Rose, sperando sia la volta buona. Quello di Kobe Bryant, all’inseguimento di Michael Jordan (592 punti per superarlo al terzo posto di sempre tra i marcatori NBA) Quello di Danilo Gallinari, a cui Denver chiede di essere leader. Quello – pure – degli Charlotte Hornets (“The[...]