Social  
   
  Registrati
Accedi al nuovo sito per i tuoi acquisti

LA SESTA DEI WARRIORS

LA SESTA DEI WARRIORS

I Golden State Warriors, dopo aver battuto in casa Cavs e Thunder, si impongono anche al Toyota Center di Houston per 125-108. 32 punti con 12/19 dal campo per Kevin Durant mentre sono 24 i punti che mette a referto Steph Curry in quella che è la sesta vittoria consecutiva degli uomini di Steve Kerr. A condannare i Rockets, le pessime percentuali da tre: alla sirena sono solo 7 le triple a segno su 35 tentativi.
TOWNS GUIDA I T'WOLVES

TOWNS GUIDA I T’WOLVES

Alla prima partita senza Chris Paul, out almeno 2 mesi, i Los Angeles Clippers cadono sotto i colpi di Karl-Anthony Towns. I Minnesota Timberwolves espugnano lo Staples Center 104-101, interrompendo una striscia di sei sconfitte consecutive in trasferta, grazie al canestro decisivo della prima scelta al Draft 2015 a 45 secondi dalla fine. Andrew Wiggins aggiunge 27 punti mentre ai Clippers non bastano 19 punti e 16 rimbalzi di Jordan.
THE KEVIN DURANT SHOW

THE KEVIN DURANT SHOW

40 punti. 13/16 dal campo. 12 rimbalzi. 4 assist. Kevin Durant lo aveva detto alla vigilia che la partita con OKC non sarebbe mai stata come tutte le altre e così è stato. I Warriors infilano la loro nona vittoria nelle ultime dieci partite battendo 100-121 i Thunder. Oltre a KD, sul successo di Golden State c'è anche la firma di Steph Curry con 24 punti. Tripla doppia numero 21 per Westbrook che chiude con 27 punti, 15 rimbalzi e 13 assist.
CLIPPERS SENZA PAUL

CLIPPERS SENZA PAUL

Chris Paul dovrà sottoporsi ad un'operazione al pollice sinistro che lo terrà fuori dal campo per almeno 6-8 settimane. Il play dei Clippers ha subito una lesione del legamento nell'ultima partita con OKC quando, nel tentativo di difendere su Russell Westbrook, si è scontrato con Joffrey Lauvergne. CP3 stava viaggiando ad una media di 17.7 punti, 9.8 assist ed è leader della lega per palle rubate (2.25).
RIVINCITA WARRIORS

RIVINCITA WARRIORS

Dominio totale dei Golden State Warriors che si sbarazzano dei Cleveland Cavaliers imponendosi 91-126. Steph Curry firma 20 punti e 11 assist, anima di un attacco in cui si esaltano anche Klay Thompson (26) e Kevin Durant (21). Draymond Green chiude con 11 punti e un Flagrant Foul su LeBron James,a sua volta autore di 20 punti. "Ci hanno preso a calci nel culo" è stato il commento lapidario di Tyronn Lue.
E SONO VENTI PER RUSS

E SONO VENTI PER RUSS

Russell Westbrook firma la sua ventesima tripla doppia stagionale grazie a 36 punti, 11 assist e 10 rimbalzi nella vittoria 122-118 in casa dei Sacramento Kings. Doppia doppia anche per Enes Kanter che chiude 29 punti e 12 rimbalzi. I Kings, a cui non bastano i 31 punti con 11 rimbalzi e sette assist di Demarcus Cousins vengono condannati dalle 22 palle perse che portano a 23 punti di OKC.
TRUST THE PROCESS

TRUST THE PROCESS

I Philadlephia 76ers superano 93-102 gli Charlotte Hornets e per la prima volta negli ultimi tre anni vincono tre partite consecutive. A guidarli ovviamente è stato Joel Embiid che mette a referto 24 punti, otto rimbalzi e tre stoppate. The Process è stato protagonista anche all'annuncio delle formazioni entrando in campo sulla entry music di Triple H. Per gli Hornets, Marco Belinelli chiude con 6 punti in 22 punti.
JOKIC RE DI LONDRA

JOKIC RE DI LONDRA

Nicola Jokic accende la sfida londinese fra Nuggets e Pacers. Il serbo guida Denver alla vittoria 112-140 con 22 punti, 10 rimbalzi e 7 assist. La squadra di Malone sfrutta la pessima serata al tiro di Paul George (10 punti) e grazie anche al contributo di Chandler (21 punti) e Gallinari (18 punti) ritrova la vittoria dopo quattro sconfitte consecutive. Allo stesso modo, si chiude a cinque la striscia di successi in fila di Indiana.
IL GUSTO DELLA VITTORIA

IL GUSTO DELLA VITTORIA

I New York Knicks, privi di Kristaps Porzingis, tornano al successo dopo nove sconfitte nelle ultime dieci partite. A farne le spese sono i Chicago Bulls che escono sconfitti 89-104 dal Madison Square Garden. Protagonista di serata è Carmelo Anthony che chiude con 23 punti, nove rimbalzi e sei assist cancellando i 22 punti di Wade. Ottime prestazioni anche per Kuzminskas (19 punti), Rose (17 punti) e Noah (12 punti e 15 rimbalzi).
SECONDO K.O. PER I CAVS

SECONDO K.O. PER I CAVS

A Portland i Cleveland Cavaliers incappano nella loro seconda sconfitta consecutiva. I Blazers, dopo la vittoria della sera prima sui Lakers, si impongono 86-102 grazie a 27 punti di C.J. McCollum, alla settima partita consecutiva oltre i 25, e 24 di Allen Crabbe in uscita dalla panchina. 20 punti con 11 rimbalzi di LeBron James sono le uniche cose da salvare per i Cavs che alla sirena fanno registrare più palle perse (16) che assist (14).
KAWHI, 30 MA NON BASTA

KAWHI, 30 MA NON BASTA

Ottavo trentello stagionale per Kawhi Leonard che però non evita la sconfitta casalinga 109-107 dei San Antonio Spurs contro i Milwaukee Bucks. Senza Antetokounmpo, la squadra di Jason Kidd cancella 13 punti di svantaggio grazie a Jabari Parker, 22 punti, e ad un insospettabile Michael Beasley che realizza 22 dei suoi 29 punti finali nel secondo tempo. Il canestro decisivo, però porta la firma del rookie Malcolm Brogdon.
COACH KEVIN GARNETT

COACH KEVIN GARNETT

Ritorno fra i professionisti per Kevin Garnett che si è unito alla squadra di collaboratori di Doc Rivers ai Los Angeles Clippers. Nello specifico, KG sarà un consulente che occasionalmente lavorerà con i lunghi durante le sessioni di allenamento. Garnett, che aveva già collaborato con i Clippers durante il training camp, oltre a Doc Rivers, ritrova i suoi ex compagni di squadra ai Celtics Paul Pierce e Brandon Bass.
IL SOLITO WESTBROOK

IL SOLITO WESTBROOK

Gli Oklahoma City Thunder si impongono 109-94 in casa dei Chicago Bulls grazie al solito Russell Westbrook che sfiora l'ennesima tripla stagionale. Alla sirena finale, il suo score registra 21 punti, 14 assist e 9 rimbalzi. 22, invece, sono i punti di Steven Adams, top scorer di serata per OKC, mentre Enes Kanter, in uscita dalla panchina, ne mette a referto 20. Per i Bulls, è Dwyane Wade il miglior realizzatore con 22 punti e sei assist.
CP3, MR. 8000 ASSIST

CP3, MR. 8000 ASSIST

Chris Paul è il decimo giocatore nella storia della NBA a raggiungere la quota di 8000 assist. Il play dei Clippers ha tagliato l'ambito traguardo nella vittoria 86-98 sui Miami Heat mettendo a referto 19 punti, 18 assist, 6 rimbalzi e una sola palla persa. Miglior marcatore di serata J.J. Reddick con 25 punti con 9 su 19 dal campo mentre DeAndre Jordan vince il duello con Hassan Whiteside grazie a 7 punti e 18 rimbalzi.
PROBLEMI PER ANTHONY

PROBLEMI PER ANTHONY

Settima sconfitta nelle ultime otto gare per i New York Knicks che cadono anche in casa degli Indiana Pacers 109-123. 17 punti per Carmelo Anthony che alla vigilia della partita ha rilasciato un'intervista in cui ha confermato che da alcune settimane sta convivendo con un infortunio alla spalla. "A volte mi sento bene ma altre volte mi fa molto male - ha dichiarato Melo - In alcuni movimenti e in alcuni tiri è come se mi mancasse la forza".
NBA 117

                        Gennaio 2017: L’erede

San Antonio Spurs v Miami Heat - Game 6

LeBron James su Popovich: “E’ il miglior allenatore di sempre”

Sabato notte i Cleveland Cavaliers ospiteranno alla Quickens Loan Arena i San Antonio Spurs e LeBron James ha colto l'occasione per dichiarare tutta la stima e l'affetto che prova per Gregg Popovich.

"Credo sia il più grande allenatore di tutti i tempi - ha affermato LeBron - Devi farti trovare pronto, fisicamente e mentalmente quando giochi contro la sua squadra. E' come affrontare Bil ...

All Star Game 2017: ufficializzati i quintetti titolari

La NBA ha annunciato i quintetti titolari per l'All Star Game 2017 che si terrà a New Orleans il prossimo 19 febbraio.

Oltre al voto popolare, per la composizione delle due formazioni sono stati presi in considerazione sia il voto dei giocatori che quello dei media.

Il grande escluso è Russell Westbrook, reduce da 21 triple doppie stagionali, che non ha trovato posto fra i[...]
Minnesota Timberwolves v San Antonio Spurs

Il recap della notte: 21 punti per LeBron, un’espulsione per Pop

I Cleveland Cavaliers, alla prima partita casalinga dopo sei partite consecutive in trasferta, si impongono 103-118 sui Phoenix Suns con 26 punti di Kyrie Irving e una doppia doppia da 21 punti e 15 assist di LeBron James.

Senza Kevin Love, out per un problema alla schiena, Tyronn Lue lancia James Jones in quintetto e lui risponde con 14 punti chiudendo con 5/6 dal campo e 4/7 da tre.[...]
GettyImages-632030728

Westbrook promette vendetta a Zaza Pachulia

"Gli farò il culo". Russell Westbrook non ha usato giri di parole per commentare il duro fallo subito da Zaza Pachulia sul finale di secondo quarto della sfida fra OKC e Golden State.

L'episodio è avvenuto sull'ultimo possesso del primo tempo quando Westbrook, sfruttando un blocco di Kanter, si è spostato in palleggio a sinistra dove però si è scontrato duramente contro il centro[...]
Portland Trail Blazers v Charlotte Hornets

Il recap della notte: 30 punti per Rose, 13 per Belinelli

Derrick Rose trascina con il suo season high (30 punti) i New York Knicks alla vittoria 117-106 in casa dei Boston Celtics.

L'ex play dei Bulls aggiunge anche 10 rimbalzi e 5 assist ad una partita in cui New York ha dovuto fare a meno di di Kristpas Pozrzingis e Joakim Noah trovando però un grosso aiuto dai giocatori in uscita dalla panchina: Hernangomez (17), Jennings (11) e Holiday[...]